17 Aprile 2024

Conte: Io devo vincere, voglio la Champions

Parla Antonio Conte. E sono parole, quelle contenute in una bella e lunga intervista al ‘Daily Telegraph’, che ancora una volta compongono il ritratto di un allenatore ambizioso, ossessionato dalle vittorie.

Ha vinto tanto, Conte. In Italia e in Inghilterra. E l’obiettivo è proprio questo: continuare a sollevare trofei, trovare un club che corrisponda alla propria visione del calcio d’altissimo livello. E magari, a breve, conquistare la Champions League. Già, perché è questo il grande sogno di Conte: portare una squadra sul tetto d’Europa. E chi lo vorrà è avvisato: a lui divertire interessa il giusto, a contare sono solo i successi.

LA TANTO AMATA DIFESA A TRE
“La gente pensa che sia un sistema difensivo, ma non è vero. Ripeto, non è vero. Non dipende dal fatto che giochi a tre o a quattro in difesa, dipende da come costruisci la squadra e costruisci l’attacco. Allo stesso tempo, non va bene essere troppo offensivi. E nemmeno troppo difensivi. Bisogna rispettare le caratteristiche dei giocatori e adattarsi a loro. La mia esperienza mi dice che se vuoi vincere il campionato o alzare un trofeo, devi avere una squadra stabile. Il Manchester City della scorsa stagione è stato il miglior esempio di squadra dotata di grande equilibrio, difensivamente e offensivamente”.

“DEVO SEMPRE VINCERE”
“I trofei che ho vinto sono una grande, grande responsabilità perché sono lì a ricordarti che ‘guarda, devi vincere. Hai fatto così e devi continuare a fare così.

Se l’obiettivo finale è vincere il campionato e sollevare trofei, offrire spettacolo al pubblico è importante. Ma essere solo una squadra divertente non basta se vuoi vincere. Lo so perché ho allenato le migliori squadre e mi chiedevano sempre di vincere.

Per me adesso è impossibile lavorare per una squadra che faccia divertire e basta, perché l’aspettativa è sempre quella di dover vincere. Amo il mio passato, ma allo stesso tempo l’aspettativa che ti porti dietro è sempre molto alta e se non vinci hai fallito. La migliore opzione possibile è dare spettacolo e vincere.

Per essere celebrato, devo vincere. Altrimenti gli altri aspettano solo di festeggiare il mio fallimento. Questa è la verità”.