12 Aprile 2024
Zirkzee: Sommer ha ammesso l'errore

Bologna batte 2-0 il Verona: Motta è quarto da solo

Il Bologna, reduce da quattro vittorie consecutive (di cui l’ultima importante in casa della Lazio), cercava continuità contro un Verona galvanizzato dal pareggio contro la Juventus nell’ultimo turno. Al “Dall’Ara” le due squadre si sono affrontate a viso aperto, alla ricerca di punti per i rispettivi obiettivi.

Il match inizia subito con un episodio curioso: l’arbitro Abisso si fa male ed è costretto a uscire. Al suo posto – dall’8′ del primo tempo – entra il quarto uomo Camplone. Verona che parte con un atteggiamento propositivo, ma senza riuscire a sfondare.

Il primo tiro del match arriva al 18′ ed è di Duda, che calcia una punizione a scavalcare la barriera. Blocca Skorupski. Il Bologna prova a salire d’intensità dal 20′ in poi e al 27′ segna la rete del vantaggio.

Su un corner ben battuto, contrasto tra Ferguson e Montipò, la palla finisce sui piedi di Orsolini che la mette in mezzo per Fabbian, che deve solo spingere in porta. 1-0 Bologna. Check del Var per un presunto fallo su Montipò, ma tutto ok.

Il Verona prova a ributtarsi in avanti, il Bologna si difende con ordine e prova a colpire in contropiede, vista la linea molto alta dei gialloblù. Al 36′ ancora Bologna pericoloso: Zirkzee trova Orsolini, che la rimette in mezzo ancora per il giovane attaccante talentuoso, pescato però in fuorigioco.

Match che vive di giocate e di sprazzi, ma senza particolari occasioni. Otto addirittura i minuti di recupero assegnati per l’infortunio ad Abisso. Nel quarto minuto il Verona prova a ripartire in contropiede con una gran giocata di Suslov, ma la difesa bolognese recupera bene.

Nell’ultimo minuto di recupero ci prova invece Ndoye, che salta in slalom due avversari e calcia: Montipò è attento e mette in corner. Finisce così il primo tempo.
Secondo tempo

Nel secondo tempo ci prova subito il Verona al 48′, ma Noslin colpisce di testa sul fondo. Passano cinque minuti e al 53′ è il Bologna ad andare vicino al raddoppio. Ancora corner, sponda di Posch per Beukema, che da due passi fallisce il gol del 2-0.

L’occasione più grande del Verona al 64′, quando Skorupski sbaglia, regala palla a Suslov che calcia di prima. Tiro che esce di un soffio. Brivido per il Bologna. Ma la dura legge del calcio colpisce ancora: gol sbagliato, gol subito.

Al 65′ infatti i rossoblù raddoppiano. Cross di Fabbian, grande inserimento di Freuler che colpisce dall’interno dell’area e fa 2-0. Tra il 70′ e il 72′ ci provano Fabbian e Zirkzee da fuori: conclusioni interessante, che terminano però di poco fuori. Al minuto 89 ci prova Aebischer da fuori, ma il suo tiro viene deviato.

Un minuto dopo grande occasione Verona: conduce Mitrovic che serve Lazovic, bravo a servire un assist a Henry. L’attaccante tira a botta sicura da pochi passi ma blocca Skorupski. Non succede più nulla fino al 93′: il Bologna vince ancora e sale momentaneamente al quarto posto in solitaria.