15 Aprile 2024
Zirkzee: Sommer ha ammesso l'errore

Milan-Fiorentina 1-0: Theo e Maignan regalano i tre punti a Pioli

Un rigore, tre punti. Al Milan basta il penalty vincente in chiusura di primo tempo per battere 1-0 una Fiorentina mai doma, ma imprecisa negli ultimi 20 metri. Pioli ritrova i tre punti in campionato con tanta sofferenza e facendo assaggiare la maglia della prima squadra a Camarda.

Senza Giroud e Leao, Pioli si affida a Jovic con Pulisic e Chukwueze: va solo in panchina Francesco Camarda, acclamato dalla Curva nel pre partita. Nella Fiorentina Beltran vince il ballottaggio con Nzola, Sottil, Gonzalez e l’ex Bonaventura alle sue spalle.

La prima occasione di marca rossonera arriva in maniera del tutto casuale; un rimpallo fra Musah e Bonaventura impenna un pallone che Pulisic controlla e scarica in porta, trovando il guantone di un attento Terracciano. La chance arrivata sui piedi dell’americano rinfranca il Milan, che inizia a prender possesso del campo.

Alla mezz’ora fiocca il secondo tiro in porta del Milan: Musah serve col tacco Reijnders che manda sulla corsia destra Calabria che sceglie di mettersi in proprio, ignorando Jovic e gli altri compagni in area, senza però far male a Terracciano.

La Fiorentina si rivede al minuto 39: ottimo lavoro di Beltran che crea un corridoio in cui si infila Duncan. Offerta di tiro del 32 a Nico Gonzalez, che però alza troppo la mira e grazia Maignan. La risposta del Milan è immediata, con una chance tripla.

Prima Calabria con un tiro cross impegna Terracciano; dall’angolo successivo Pobega chiama alla gran parata il portiere viola; infine Pulisic, che non controlla da buona posizione un gran pallone di Chukwueze.

Poco dopo la segnalazione del recupero, però, l’episodio che cambia la partita: la prima giocata del match di Jovic favorisce la penetrazione di Theo Hernandez in area Fiorentina, Parisi lo stende: rigore e giallo. Dal dischetto si presenta lo stesso 19, che esegue perfettamente e manda avanti il Milan.

A inizio ripresa succede di tutto. Minuto 48: Musah breakka a centrocampo, serve Theo che mette al centro e trova Chukwueze. Il colpo di testa del nigeriano costringe Terracciano alla parata in due tempi. Sul capovolgimento di fronte, Nico Gonzalez manda in porta Beltran. L’argentino, a tu per tu, con Maignan, tarda la conclusione e il 16 è bravissimo a chiuderlo in uscita.

Al 56esimo la Fiorentina ha un’altra buona chance: fallo e giallo di Tomori al limite, il piazzato di Biraghi però colpisce solamente la barriera rossonera. Il Milan rischia su un paio di calci d’angolo, con una Fiorentina sempre viva e a caccia del pari. Italiano inserisce Nzola a venti minuti dalla fine. Poco dopo chance viola: cross dalla destra, Maignan buca l’uscita, Bonaventura e Sottil calciano addosso a Loftus-Cheek.

Dall’altra parte è Jovic ad accarezzare il raddoppio. L’ex della gara si trova tutto solo davanti a Terracciano, sprecando in maniera incredibile il potenziale 2-0. Al minuto 83 ecco il momento di Francesco Camarda: San Siro lo accoglie con un boato, prende il posto di Jovic; dentro anche Krunic.

La Fiorentina sfiora ancora il pari a un soffio dal novantesimo: Maxime Lopez fa girare la conclusione sugli sviluppi di un calcio d’angolo, mancando di poco il clamoroso 1-1.

Nel recupero è Maignan che sigilla la propria porta: parata irreale del francese su Mandragora che, da zero metri, vede arrivare il 16 a strozzare l’urlo nella propria gola. Poi Di Bello fischia tre volte, il Milan vince 1-0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *