15 Aprile 2024
Zirkzee: Sommer ha ammesso l'errore

L’Inter batte 1-0 la Juventus e scappa a +4: l’autogol di Gatti

A San Siro passa una fetta di Scudetto e a raccogliere la ricompensa più bella è l’Inter. Il derby d’Italia è la partita più pesante di questa stagione in cui il titolo percorre l’autostrada Milano-Torino, ma lo scossone per la Juventus sarà difficile da sopportare: l’autorete di Gatti ha regalato ai nerazzurri la possibilità di fare la prima fuga che potrebbe essere decisiva per la vittoria finale, con 4 punti che rappresentano una spaccatura potenzialmente decisiva.

Una sfida delicata e molto sentita, una partita a scacchi in cui sbagliare una mossa può condannare tutto il cammino di questo campionato. Dopo il pareggio trovato all’andata questa volta alla Scala del calcio l’Inter si prende la scena con una vittoria non scintillante ma pesantissima per la classifica e soprattutto per la testa.

Si gioca tutto sul filo dell’equilibrio, anche se nel primo tempo i bianconeri sembrano appannati. Non è la Juve che punge e poi divora la preda, ma una squadra attenta che prova a non sbilanciarsi troppo. Dall’altra parte però i nerazzurri martellano, si portano in avanti, cercano il gol soltanto sfiorato da Thuram al 24′.

Nonostante tutto l’occasione clamorosa capita sui piedi di Vlahovic alla mezz’ora di gioco, che cerca il diagonale a pochi metri dalla porta ma viene fermato da Pavard.

La rete però è nell’aria e a segnarla è un bianconero, nella porta sbagliata: Pavard prova a segnare in acrobazia, il pallone finisce a Gatti che con una deviazione fortuita di petto inganna il suo stesso portiere e regala all’Inter il gol del vantaggio. Per la squadra di Allegri è una grande beffa che condiziona anche tutta la ripresa.

Nel secondo tempo la Juve prova a fare di più, ma l’ago della bilancia pende sempre dalla parte dei nerazzurri che sfiorano il raddoppio con Calhanoglu che calcia al volo dal limite dell’area ma trova soltanto il palo.

La partita si accende dopo l’ora di gioco con diverse occasioni da una parte e dall’altra: Inzaghi mette mano alla panchina per provare a dare nuova forza alla sua squadra che non riesce a chiudere una partita già indirizzata ma comunque in bilico, contro un avversario che nei minuti finali sa come far male.

I bianconeri provano a spingere nei minuti di recupero, cercando il gol che rimetterebbe tutto in discussione, ma alla fine sono condannati dall’autorete di Gatti che basta per decidere il derby Scudetto. L’Inter scappa in avanti di 4 punti, non un abisso ma quanto basta per creare la prima spaccatura di questa stagione dove il titolo resta un affare fra Milano e Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *